Pagina 5 di 5 primaprima ... 345
Visualizzazione dei risultati da 121 a 133 su 133

Discussione: A proposito di evasori

  1. #121
    Super Moderatore L'avatar di safado
    Registrato dal
    Nov 2013
    residenza
    marche
    Messaggi
    3,764
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0
    Le persone non fanno viaggi,sono i viaggi che fanno le persone.Il viaggio non solo allarga la mente:le dà forma.

  2. #122
    Senior Member
    Registrato dal
    Jan 2015
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    497
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    A Ceglie un s di 73 pensionato Italgas avevo intestato 11 Ferrari e 2 Maserati. Ha dichiarato di non ricordarsi di averle comprate

  3. #123
    Super Moderatore L'avatar di safado
    Registrato dal
    Nov 2013
    residenza
    marche
    Messaggi
    3,764
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    A 73 anni può succedere con pò di arteriosclerosi..........
    Le persone non fanno viaggi,sono i viaggi che fanno le persone.Il viaggio non solo allarga la mente:le dà forma.

  4. #124
    Gold Member L'avatar di robeseltz
    Registrato dal
    May 2018
    residenza
    Venexia
    Messaggi
    3,507
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0
    "Se gommo tiene,io vince gara!Se gommo non tiene,io come bomba dentro montagna..."
    (my friend Markku Alen)

  5. Mi piace gogiannigo, tyziocayo piaciuto questo messaggio
  6. #125
    Super Moderatore L'avatar di tyziocayo
    Registrato dal
    Jun 2011
    residenza
    Roma/Ferrara
    Messaggi
    3,273
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Che collezione pazzesca!


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  7. #126
    Super Moderatore L'avatar di safado
    Registrato dal
    Nov 2013
    residenza
    marche
    Messaggi
    3,764
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito Brutta sentenza della Corte di Cassazione

    Le persone non fanno viaggi,sono i viaggi che fanno le persone.Il viaggio non solo allarga la mente:le dà forma.

  8. #127
    Amministratore L'avatar di Lucio
    Registrato dal
    Mar 2007
    residenza
    Italia
    Messaggi
    14,049
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    10

    Predefinito

    Riprenderà una caccia alle streghe? Con questo governo forse si. Auguriamoci uno scossone ed un cambiamento tra qualche settimana in Emilia e in Calabria forse ritornando al voto qualcosa potrebbe cambiare. Qualche esponente della Lega durante l'estate scorsa vai era pronunciato positivamente nei confronti di questo settore affermando le politiche sbagliate degli ultimi anni

  9. #128
    Senior Member
    Registrato dal
    Aug 2019
    residenza
    sardegna
    Messaggi
    107
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da Lucio Visualizza il messaggio
    Riprenderà una caccia alle streghe? Con questo governo forse si. Auguriamoci uno scossone ed un cambiamento tra qualche settimana in Emilia e in Calabria forse ritornando al voto qualcosa potrebbe cambiare. Qualche esponente della Lega durante l'estate scorsa vai era pronunciato positivamente nei confronti di questo settore affermando le politiche sbagliate degli ultimi anni
    me lo auguro vivamente, già il fatto di aver dimezzato il bollo per auto asi era stato un bel segnale...

  10. #129
    Gold Member L'avatar di robeseltz
    Registrato dal
    May 2018
    residenza
    Venexia
    Messaggi
    3,507
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da safado Visualizza il messaggio
    sentenza che si rifa al vecchio redditometro che non esiste più....
    e il nuovo redditometro non viene più usato mi pare dal 2016 perchè è stato provato più volte che gli indici non sono veritieri delle situazioni.

    Visto che ci sono vi annoierò a morte con due quisquillie
    In Italia nell'ordinamento penale vige il "favor rei" in breve se io compio un reato che prevede 10 anni di galera e mentre vengo giudicato in uno dei tre gradi di processo la legge cambia in mio favore ovvero il reato prevederà 5 anni di galera , quello sconterò, se invece la legge nuova prevederà 15 anni di galera , verrò giudicato con il vecchio ordinamento.



    Bene , in Italia esiste anche il principio sancito dalla costituzione della non retroattività delle legge tributarie (anche se qualche volta tale principio è stato disatteso) e quindi quando nel 2010 è stato applicato il nuovo redditometro molto più favorevole al contribuente dal punto di vista della difesa (e non vi annoierò oltre su questo) l'agenzia dele entrate ha sfruttato questo principio per dichiarare "il principio di irretroattività nell’applicazione dello strumento ad annualità antecedenti al 2009" ovvero che ognuno va giudicato con la legge tributaria in vigore in quel momento anche se la legge che sostituisce la medesima è più favorevole al contribuente , quindi la corte di cassazione ha deliberato per un caso del 2008 nel 2019 applicando la legge che è cessata nel 2010 quando è entrato in vigore il nuovo redditometro che a sua volta è sospeso.

    https://www.investireoggi.it/fisco/redditometro-sospeso-ecco-per-quali-anni/

    se non siete morti di noia vi consiglio di leggervi sto PDF di 42 pagine dell'unione giovani commercialisti

    http://www.knos.it/editoriale/docume..._2_0_1_3/10627



    P.S. 11 anni per giudicare un caso tributario, solo in Italia

    E ovviamente il tutto per la precisione
    "Se gommo tiene,io vince gara!Se gommo non tiene,io come bomba dentro montagna..."
    (my friend Markku Alen)

  11. Mi piace safado, F312PB piaciuto questo messaggio
  12. #130
    Amministratore L'avatar di Lucio
    Registrato dal
    Mar 2007
    residenza
    Italia
    Messaggi
    14,049
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    10

    Predefinito

    Bell'Italia

    https://quifinanza.it/fisco-tasse/st...e-chat/329803/

    Stretta fiscale: adesso potranno essere controllati anche sms, email e chat

    Secondo la Corte di Cassazione possono costituire piena prova dei fatti e delle cose ra24 novembre 2019 - Per la lotta all’evasione fiscale, la Guardia di Finanza potrà avvalersi di controlli che passano anche dall’ispezione di email, sms e chat. Lo stabilisce una ordinanza della Corte di Cassazione n. 19155 del 17 luglio 2019 che non fa altro che confermare un orientamento giurisprudenziale chiaro già da tempo.

    Con l’evasione fiscale in Italia che ha toccato cifre record, c’è da scommettere che la lotta nello scovare i furbetti proseguirà con ogni mezzo possibile. Ecco perché sms, mail e chat non possono essere esenti da controlli.
    L’ultima ordinanza della Corte di Cassazione equipara gli strumenti di comunicazione telematici come gli sms ai documenti firmati classici o cartacei. Di conseguenza anche i messaggi sul cellulare diventano “piena prova dei fatti e delle cose rappresentate”, se la persona oggetto del controllo ed autore delle comunicazioni incriminate non ne contesta la conformità ai fatti stessi.

    La stessa Corte di Cassazione nel 2018 aveva formulato il suo giudizio sulle mail, sostenendo che “Il messaggio di posta elettronica costituisce un documento elettronico che contiene la rappresentazione informatica di atti, fatti o dati giuridicamente rivelanti”. Sebbene si tratti di una documentazione priva di firma, la mail secondo i giudici ermellini “rientra tra le riproduzioni informatiche e le rappresentazioni meccaniche di cui all’art. 2712 c.c. e pertanto forma piena prova dei fatti e delle cose rappresentate”.
    La pronuncia rafforza proprio il citato articolo 2712 del codice civile, secondo il quale le riproduzioni fotografiche, informatiche o cinematografiche, le registrazioni e le rappresentazione meccaniche di fatti o cose rientrano tra le prove dei fatti se colui contro il quale sono prodotte non ne disconosce la conformità agli stessi.
    L’orientamento della Corte di Cassazione, che sarà fondamentale per le attività di controllo contro l’evasione fiscale, prende le mosse da precedenti pronunce che stabiliscono che gli accertamenti e le ispezioni documentali si estendono anche ai computer dell’azienda, con la conseguenza che possono diventare prove tutti i documenti contenuti in un hard disk, siano essi di natura contabile ed extra contabile. Tutto questo diventa elemento utile per determinare il reddito di impresa.
    In conclusione, una volta acquisiti, anche gli elementi telematici diventano prove che possono concorrere nella formulazione di una sentenza. Chi è oggetto di un controllo da parte della Guardia di Finanza e vede tra le evidenze a suo carico sms ed email, e persino foto sui social network, dovrà produrre altrettante prove circostanziate, chiare ed esplicite che possano consentire ai militari e a chi indaga di accertare la non corrispondenza dei fatti riprodotti con la realtà stessa.


  13. #131
    Gold Member
    Registrato dal
    Sep 2017
    residenza
    Pesaro
    Messaggi
    597
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Adesso tutti a fare le foto su Instagram o FB mentre sbocciano col tavernello...

  14. Mi piace Woody, Lucailrosso piaciuto questo messaggio
  15. #132
    Gold Member L'avatar di robeseltz
    Registrato dal
    May 2018
    residenza
    Venexia
    Messaggi
    3,507
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    un mio mentore disse a suo tempo

    "troppe informazioni,nessuna informazione"
    "Se gommo tiene,io vince gara!Se gommo non tiene,io come bomba dentro montagna..."
    (my friend Markku Alen)

  16. #133
    Senior Member
    Registrato dal
    Aug 2019
    Messaggi
    129
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da Lucio Visualizza il messaggio
    Bell'Italia

    https://quifinanza.it/fisco-tasse/st...e-chat/329803/

    Stretta fiscale: adesso potranno essere controllati anche sms, email e chat

    Secondo la Corte di Cassazione possono costituire piena prova dei fatti e delle cose ra24 novembre 2019 - Per la lotta all’evasione fiscale, la Guardia di Finanza potrà avvalersi di controlli che passano anche dall’ispezione di email, sms e chat. Lo stabilisce una ordinanza della Corte di Cassazione n. 19155 del 17 luglio 2019 che non fa altro che confermare un orientamento giurisprudenziale chiaro già da tempo.

    Con l’evasione fiscale in Italia che ha toccato cifre record, c’è da scommettere che la lotta nello scovare i furbetti proseguirà con ogni mezzo possibile. Ecco perché sms, mail e chat non possono essere esenti da controlli.
    L’ultima ordinanza della Corte di Cassazione equipara gli strumenti di comunicazione telematici come gli sms ai documenti firmati classici o cartacei. Di conseguenza anche i messaggi sul cellulare diventano “piena prova dei fatti e delle cose rappresentate”, se la persona oggetto del controllo ed autore delle comunicazioni incriminate non ne contesta la conformità ai fatti stessi.

    La stessa Corte di Cassazione nel 2018 aveva formulato il suo giudizio sulle mail, sostenendo che “Il messaggio di posta elettronica costituisce un documento elettronico che contiene la rappresentazione informatica di atti, fatti o dati giuridicamente rivelanti”. Sebbene si tratti di una documentazione priva di firma, la mail secondo i giudici ermellini “rientra tra le riproduzioni informatiche e le rappresentazioni meccaniche di cui all’art. 2712 c.c. e pertanto forma piena prova dei fatti e delle cose rappresentate”.
    La pronuncia rafforza proprio il citato articolo 2712 del codice civile, secondo il quale le riproduzioni fotografiche, informatiche o cinematografiche, le registrazioni e le rappresentazione meccaniche di fatti o cose rientrano tra le prove dei fatti se colui contro il quale sono prodotte non ne disconosce la conformità agli stessi.
    L’orientamento della Corte di Cassazione, che sarà fondamentale per le attività di controllo contro l’evasione fiscale, prende le mosse da precedenti pronunce che stabiliscono che gli accertamenti e le ispezioni documentali si estendono anche ai computer dell’azienda, con la conseguenza che possono diventare prove tutti i documenti contenuti in un hard disk, siano essi di natura contabile ed extra contabile. Tutto questo diventa elemento utile per determinare il reddito di impresa.
    In conclusione, una volta acquisiti, anche gli elementi telematici diventano prove che possono concorrere nella formulazione di una sentenza. Chi è oggetto di un controllo da parte della Guardia di Finanza e vede tra le evidenze a suo carico sms ed email, e persino foto sui social network, dovrà produrre altrettante prove circostanziate, chiare ed esplicite che possano consentire ai militari e a chi indaga di accertare la non corrispondenza dei fatti riprodotti con la realtà stessa.
    Modalità un po'aggressiva ma non la trovo così sbagliata. D'altronde bisogna adeguarsi ai tempi.
    Negli Stati uniti ad esempio lo fanno già da un po'.

Pagina 5 di 5 primaprima ... 345

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •