Pagina 2 di 5 primaprima 1234 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 31 a 60 su 144

Discussione: Restauro Ferrari 348 TS "Finalmente Ferrarista"

  1. #31
    Senior Member
    Registrato dal
    Sep 2007
    residenza
    cinisello balsamo
    Messaggi
    261
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Ora ho capito anche del perchè di una precisa manualità,mi era sfuggito........

  2. #32
    Gold Member L'avatar di scooby2003
    Registrato dal
    Dec 2008
    Messaggi
    1,217
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    complimentissimi.........io poi personalmente conosco un dentista che e bravissimo a fare solo i tortellini....

  3. Mi piace Diekkuss, Oscar, safado piaciuto questo messaggio
  4. #33
    Member
    Registrato dal
    Feb 2017
    Messaggi
    88
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Buon giorno e complimenti per il lavoro.
    Domanda: lo stampo per far colare la resina, di che materiale è?

  5. #34
    Super Moderatore L'avatar di safado
    Registrato dal
    Nov 2013
    Messaggi
    2,792
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da scooby2003 Visualizza il messaggio
    complimentissimi.........io poi personalmente conosco un dentista che e bravissimo a fare solo i tortellini....
    Diciamo la verità,è un bravo dentista,un bravo cuoco,un pò meno bravo come pilota............
    Le persone non fanno viaggi,sono i viaggi che fanno le persone.Il viaggio non solo allarga la mente:le dà forma.

  6. #35
    Senior Member L'avatar di F312PB
    Registrato dal
    Feb 2015
    Messaggi
    352
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Marco, quello blu si chiama Permadyne, il blu è quello più fluido che si applica direttamente sui denti preparati e/o sui transfer degli impianti (te la faccio breve anche perchè in bocca poi si mette contemporanemente, dentro il cucchiaio, la base un po' più densa, ma qui non è il caso di approfondire). Il Permadyne è come sostanza un polietere estremamente preciso nella rilevazione delle impronte.
    Per poter fare lo stampo ho fatto un quadrato con 4 striscette di cartoncino che ho fissato ad una custodia per CD, il pezzo l'ho attaccato alla custodia con alcuni pezzetti di biadesivo per farlo stare fermo. Si miscela il materiale con una macchina impastatrice, lo si fa estrudere in una siringa e con questa lo si manda tutto al pezzo ben a contatto col perimetro e le rientranze/sporgenze, poi si fa colare il resto direttamente dall'impastatrice fino a coprire tutto dando un certo spessore. Questo spessore serve per irrobustire lo stampo perchè per colarci dentro la resina occorre deformarlo, aprendolo e stirandolo per evitare che si formino bolle d'aria dato che l'ingresso della resina risulta un cerchio abbastanza angusto per com'è fatto il pezzo.
    Il materiale per l'impronta della guarnizione è invece un silicone da laboratorio odontotecnico che si chiama Platinum 85 (85 -shore- è il grado di durezza). Questo si impasta a mano e per com'è fatto si deve mettere attorno al pezzo con incrementi successivi. Ho usato due materiali diversi perchè il Permadyne aderirebbe alla gomma della guarnizione originale e rendrebbe impossibile la sua rimozione se non distruggendo lo stampo, e allora saremmo da capo.
    Sono prodotti abbastanza costosi , ma esistono prodotti ad uso modellistico che possono fare alla bisogna e che sono più abbordabili. Io avendoli in studio ne ho approfittato.
    Spero di essere stato chiaro, altrimenti chiedi pure.

  7. #36
    Super Moderatore L'avatar di flyingboa
    Registrato dal
    Jun 2007
    residenza
    Provincia di Varese - Mosca, Russia
    Messaggi
    1,056
    Grazie/Mi piace
    Il mio nome
    Eugenio
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Visto questo post con colpevole ritardo: GRANDE LAVORO.

    Complimenti vivissimi!

    E grazie per le info

    Eugenio
    Ferrari 328 GTS - Ferrari 348 Spider: Arte in movimento

  8. #37
    Member
    Registrato dal
    May 2013
    residenza
    Firenze
    Messaggi
    37
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Complimenti per il lavoro eccezionale e competente!!! Come te, recentemente ho acquistato una 348 ts e percepisco la mole di lavoro che ti sei sobbarcato per raggiungere questi risultati, bravissimo!!

  9. #38
    Senior Member L'avatar di F312PB
    Registrato dal
    Feb 2015
    Messaggi
    352
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    ....andiamo avanti coi lavori....

    per tentare di dare un po' di brio ai vetri elettrici ho approntato il ben noto circuitino coi due relais aggiuntivi collegati ai cavi degli alzacristalli all'interno delle portiere.
    La prima questione da risolvere è stata quella di trovare un alloggiamento ai due relais, poi, pensandoci un po', ho trovato la soluzione: avete presente quelle scatolette di plastica multiscomparti che vendono ai Brico? Ebbene ne ho preso una che aveva alle estremità due scomparti abbastanza lunghi per contenere i relais, ma della misura giusta per poter essere alloggiati dentro la portiera, quindi ho tagliato via questi scomparti dal resto della scatola per ottenere quello che vedete sotto. Ho anche fatto due fori per far passare i cavi.
    Per non farla ciotolare ho fatto 4 fori in basso nella flangia interna della portiera cosi da bloccare la scatoletta con due semplici fascette da elettricista. LA scatola risulta anche un po' sollevata dalla parte bassa della portiera, cosa che la isola dalle possibili infiltrazioni d'acqua anche se penso proprio che non potrà mai entrare dentro così tanta acqua da sommergerla.
    Per tenere fermi i relais ho messo alucuni quadratini di gommapiuma avanzata del cielo del tettuccio, vedrete tutto nelle foto sotto.
    Ora i vetri vanno un po' più veloci anche se non sono certo dei fulmini....vabbè, accontentiamoci....

    DSCN3866.jpg

    DSCN3889.jpg

    DSCN3891.jpg

    Già che le portiere erano smontate ho tolto gli alzacristalli e il vetro così ho potuto sostituire il vecchio grasso con del nuovo al litio. L'oparazione è abbastanza delicata ma ben fattibile e viene molto meglio se si toglono anche le due guide per i cristalli, tra l'altro quelle posteriori verniciate in nero erano anche scrostate e quindi necessitavano di ripristino. Ecco una delle porte senza più veli e il cristallo trattato con tutte le precauzioni del caso

    DSCN3911.jpg

    DSCN3912.jpg

    DSCN3914.jpg

    Come dicevo ho riverniciato le guide posteriori sverniciandole con lo sverniciatore per metalli che è un gel potentissimo che fa saltare via tutta la vernici in mezzora restituendo il pezzo come appena stampato.
    La parte più rognosa è stata il togliere la grossa guarnizione di gomma, questa è fissata con due viti nella parte posteriore e con alcune colare di cianoacrilato (Attak) per il resto, ebbene dal metallo forzando con le leve di plastica per rimuovere i pannelli (molto utili e molto consigliabili) si stacca, il problema è poi stacca il cianoacrilato dalla gomma: tanto tempo e pazienza grattando con lame varie senza rovinare la gomma, ma poi anche qui si riesce.
    Quindi mano di primer, poi il nero lucido con diverse mani sottili e mano finale un po' più pesante (senza far colare) per ottenere un effetto a specchio. Si deve mascherare l'interno dove poi andrà reincollata la guarnizione al fine di avere la migliore presa fra colla e metallo
    Per finire ho rimesso la guarnizione prima avvitandola dietro e poi procedendo per gradi ho fatto colare del cianoacrilato fra guarnizione e metallo.
    Piccolo inciso: la guarnizione ha delle "labbra" scanalate che devono contornare il pezzo di metallo e "ovviamente" quando l'hanno assemblta in Ferrari, l'avevano messa male e cioè i "labbri" erano rimasti dentro non contornando il pezzo in metallo, ecco.....nel rimontarle bisogna rimetterle come si deve cioè come si vede nelle foto

    DSCN3923.jpg

    DSCN3925.jpg

    DSCN3927.jpg

    DSCN3929.jpg

    DSCN3932.jpg

    La guida anteriore è bastato smontarla (sono 3 pezzi con linguette a incastro), pulirla, rimontarla e lubrificarla con grasso siliconico, che ho naturalmente messo anche nella guida posteriore

    DSCN3919.jpg

    .....continua....

  10. Grazie Lucio ringraziato per questo messaggio
    Mi piace Diekkuss, ricc piaciuto questo messaggio
  11. #39
    Member
    Registrato dal
    Feb 2017
    Messaggi
    88
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Grazie.
    Ed i prodotti per modellismo di cui parli, quali sono?
    Potrebbero essere utilizzati per riparare/coprire piccole crepe nella plastica (una parte esterna, circa 3/4 cm) ?

  12. #40
    Gold Member
    Registrato dal
    May 2014
    Messaggi
    1,289
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Vacca Dio!!!!!! ti porto la mia 355

  13. #41
    Gold Member
    Registrato dal
    May 2014
    Messaggi
    1,289
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Davvero bravo, sana invidia delle tue capacità!
    L'ho sempre detto che i dentisti sono una razza superiore!!!!

  14. Mi piace safado, Woody piaciuto questo messaggio
  15. #42
    Super Moderatore L'avatar di safado
    Registrato dal
    Nov 2013
    Messaggi
    2,792
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Ogni riferimento a persone da noi conosciute è puramente casuale..........vero Oscar?
    Le persone non fanno viaggi,sono i viaggi che fanno le persone.Il viaggio non solo allarga la mente:le dà forma.

  16. Grazie Woody ringraziato per questo messaggio
    Mi piace Oscar piaciuto questo messaggio
  17. #43
    Senior Member L'avatar di F312PB
    Registrato dal
    Feb 2015
    Messaggi
    352
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da Marco550 Visualizza il messaggio
    Grazie.
    Ed i prodotti per modellismo di cui parli, quali sono?
    Potrebbero essere utilizzati per riparare/coprire piccole crepe nella plastica (una parte esterna, circa 3/4 cm) ?
    I prodotti a cui facevo riferimento (mi era stato chiesto che materiale era quello per ricavare gli stampi se non ricordo male), sono resine siliconiche liquide per creare stampi e non per riparare crepe.
    Qui http://www.modellismopiu.it/modules/news/article.php?storyid=326 un tutorial su un un forum di modellismo. Le gomme siliconica più usate sono quelle della Prochima, le trovi subito con Google.
    Per riparare una plastica esterna ho idea che vada incollata/stuccata (e forse anche staccata dall'auto se possibile) e poi verniciata, magari si potrebbe usare uno stucco epossidico nero e vedere se poi carteggiando, lucidando ecc si possa evitare la verniciatura.....forse.....
    Però prima si dovrebbe vedere bene il problema e pensare poi alla soluzione più vantaggiosa

  18. #44
    Gold Member L'avatar di Woody
    Registrato dal
    Sep 2014
    residenza
    Bologna
    Messaggi
    1,871
    Grazie/Mi piace
    Il mio nome
    Alessandro
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Ciao, i ragazzi si riferivano a me. Siamo colleghi!!
    Vuuuuudodici!!!!

  19. #45
    Senior Member L'avatar di F312PB
    Registrato dal
    Feb 2015
    Messaggi
    352
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da Woody Visualizza il messaggio
    Ciao, i ragazzi si riferivano a me. Siamo colleghi!!
    Si, lo so Woody, lo avevo capito leggendo qua e là nel forum e mi fa molto piacere vedere che oltre alla professione abbiamo anche la passione per le rosse in comune.....per quanto anche i tortellini.....

    Nuova puntata.
    Già che era tutto smontato, ho tirato giù anche la serratura e il pulsante d'apertura. La serratura l'ho rilubrificata col grasso al litio e nel pulsante ho cambiato il noto pezzetto che tende a rompersi rimpiazzandolo con quello della Hill Engineering, poi anche qui ho rilubrificato tutto col grasso al litio.
    Ho letto in rete che questo pezzetto poteva essere di plastica e allora la rottura era sicura, oppure di metallo e allora durava un po' di più, ma il metallo usato era comunque tenero (tipo quello dei soldatini) e prima o poi in genere cedeva pure lui e allora non ho voluto correre rischi

    DSCN3936.jpg

    DSCN3971.jpg

    A questo punto ho rimontato serratura e pulsante e rimesso in portiera il cristallo col suo telaio tenendo fermo, per la pace dei sensi, con due pezzetti di nastro adesivo sulla lamiera esterna, infine ho rimontato le guide alzavetri. Occorre fare attenzione quando si maneggia il cristallo abbassato insieme con le guide perchè il motore dondola parecchio ed è chiaro che se non sbatte sul vetro è meglio.....

    DSCN3937.jpg

    Tutta l'operazione poi va ripetuta con l'altra portiera, e tanto per informazione i cavi da trattare sono 18 lato guida e 16 lato passeggero

    Ora è arrivato il momento della verità: dare corrente e vedere se abbiamo vinto la lotteria, ebbene....quasi, nel senso che gli alzacristalli funzionano, le luci porta aperta e la chiusura centralizzata funzionano ma la plafoniera interna e la regolazione degli specchietti no e allora ho ricontrollato tutti i cavi ed era tutto a posto, quindi il problema era da un'altra parte.
    Quindi smonto la plafoniera e con grande sorpresa vedo che è del tutto scollegata dai cavi : si vede che qualcuno in fabbrica era ubriaco o pensava ad altro dato che i cavi c'erano eccome, ma erano rigirati perbenino sotto il pannello e lasciati lì...mah...
    E' bastato ricollegarli (sono 3 due positivi per le due luci e un negativo comune) e abbiamo avuto la luce.
    Restava il problema specchietti, lì il maggior idiziato era per me il pulsante di regolazione, l'ho tolto dalla cornice e piano piano con alcuni cacciaviti da orologiaio/modellismo ho forzato (con molta attenzione) le linguette di ritenzione e l'ho aperto. L'estrazione è riuscita e non poteva essere altrimenti, vero Woddy?
    Ed ecco la sorpresa, dentro era pieno di una pasta verdastra tipo ossidazione, e non funzionava no per forza
    E' bastato smontare, ripulire/sgrassare tutto e rimontare e anche gli specchietti sono resuscitati.

    DSCN3964.jpg

    DSCN3968.jpg

    DSCN3967.jpg

    Già che ero attorno all'impianto elettrico ne ho approfittato per sostituire il noto fusibile della ventola del condizionatore che essendo sottodimensionato (non come amperaggio ma proprio come grandezza) tende a surriscaldarsi fondersi col rischio di coinvolgere il "vascone" dell'impianto di ventilazione a cui è attaccato. Tanto per dire, in officina da Prampolini c'era proprio una 348 che aveva preso fuoco nel vano bagagli per questo problema e solo l'intervento fortunoso di un altro automobilista con un estintore aveva limitato i danni, altrimenti molto probabilmente sarebbe bruciata tutta l'auto. Ho dato un'occhiata al pezzo smontato che aveva preso fuoco: era tutto fuso e il danno si era esteso anche alla vicina centralina ABS
    Ho trovato in rete questo fusibile (sempre da 30 Ampere) ma di dimensioni molto più grandi, con relativo supporto e l'ho messo al posto dell'originale spostandolo anche un po' più lontano e non più a contatto col "vascone" della climatizzaziione, diciamo che ora mi sento più tranquillo. L'ho fatto vedere anche a Prampolini che ha approvato la soluzione

    DSCN3867.jpg

    DSCN3872.jpg

    DSCN3873.jpg

    .....continua.....

  20. Grazie Lucio, Woody ringraziato per questo messaggio
    Mi piace Diekkuss, safado piaciuto questo messaggio
  21. #46
    Amministratore L'avatar di Lucio
    Registrato dal
    Mar 2007
    residenza
    Italia
    Messaggi
    11,215
    Grazie/Mi piace
    Il mio nome
    Lucio
    Potenza rep
    10

    Predefinito

    Grazie per tutte le info che ci stai dando,questa si definisce passione ferrari.

  22. #47
    Gold Member L'avatar di Woody
    Registrato dal
    Sep 2014
    residenza
    Bologna
    Messaggi
    1,871
    Grazie/Mi piace
    Il mio nome
    Alessandro
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Oltre la mano da modellista fine più che da odontoiatra, noto con piacere che hai studiato tutti i difetti del 348 con cura..
    Bel lavoro!!!
    Vuuuuudodici!!!!

  23. #48
    Super Moderatore L'avatar di tyziocayo
    Registrato dal
    Jun 2011
    residenza
    Roma/Ferrara
    Messaggi
    2,896
    Grazie/Mi piace
    Il mio nome
    Silvio
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Veramente un grande lavoro. Bellissimo thread

  24. #49
    Senior Member L'avatar di F312PB
    Registrato dal
    Feb 2015
    Messaggi
    352
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Bene andiamo avanti coi lavori.

    Per pulire bene la moquette, anche se non era granchè sporca dato l'uso molto limitato dell'auto, ho tolto sia i sedili che il tunnel centrale così senza più alcun ingombro e senza il tettuccio potevo tranquillamente cammiare dentro l'abitacolo.....strana sensazione....
    La moquette l'ho prima aspirata con un battitappeto e poi lavata con una schiuma spray, poi lasciata agire e ripassata con un panno bagnato a togliere il residuo della schiuma, fatta asciugare all'aria aperta e ripassata ancora col battitappeto: il risultato è stato buono quindi l'ho lasciata così senza ricorrere allo smontaggio completo oppure al lavaggio sul posto con saponata e aspiratore per liquidi.
    Come si vede, prima ho anche rimontato i pannelli in metallo delle portiere.

    DSCN3975.jpg

    DSCN3976.jpg

    Il sedile passeggero non presentava segni particolari di usura mentre quello del guidatore aveva qualche abrasione sui fianchetti sia dello schienale che della seduta. La cosa peggiore era uno strappo a U nella cornice del giroporta lato guidatore
    Oltre a questo il sedile del guidatore aveva lo schienale bloccato, cioè non si poteva regolarne l'inclinazione....mah....
    Ho subito affrontato questo strano problema prima provando a sbloccarlo con le "buone maniere" ma niente, e allora non restava che aprirlo e vedere cosa poteva essere successo.
    L'ho capovolto e ho tolto il pannello posteriore e il risvolto di pelle proveniente dalla parte davanti dello schienale, nonchè sganciando le 4 strisce elastiche sotto la seduta, scoprendo così subito il problema.

    DSCN4059 a.jpg

    Come vedete il pezzo con le due barre che termina con una flangia che doveva essere attaccato al disco di regolazione dello schienale ne era invece staccato. Nella foto l'ho tirato un po' verso l'alto per rendere più evidente il problema, inoltre le due barre erano piegate all'altezza della freccia: come sia stato possibile piegarle non sono ancora adesso riuscito a spiegarmelo
    Ho provato a raddrizzare le barre senza staccare il pezzo dall'altra parte per semplificarmi la vita e ci sono riuscito seppure con le maniere "molto buone" e cioè prendendo letteralmente il pezzo a mazzate pur interponendo un buon tassello di legno per ammortizzare i colpi e distribuire la forza in modo uniforme. Dopo una buona dose di "carezze" il pezzo ha ripreso la sua forma originale senza la quale non sarei mai riuscito a rifarlo coincidere col disco corrispondente che vedete nelle foto qui sotto.
    Ho dovuto anche togliere la grossa flangia che tiene uniti seduta e schienale per accedere al disco di regolazione. I pezzi sono il numero 28 (flangia) e 19 (disco)

    Schema Sedile.jpg

    In pratica era successo che la flangia che sembra un mezzo cubo alla fine delle barre, come vedete in foto, si era staccata dal disco (n°19) impedendo così ogni regolazione dello schienale.
    Il cilindretto indicato dalla freccia rossa era uscito dal suo alloggiamento nel disco indicato anch'esso da una freccia rossa nella seconda foto e quindi il meccanismo non funzionava più.
    Per tenere fermo questo "mezzo cubo" al disco, alla fine (a snistra) della flangia indicata dalla freccia gialla, è presente un incavo ad U (indicato dalla freccia azzurra) dove si fissa una vite a brugola avvitata anch'essa al disco, che una volta stretta tiene appunto tutto fermo sul disco. Ho quindi rimesso in sede il pezzo e stretto con la chiave a tubo snodata la brugola solidarizzandolo col disco.

    DSCN4056 a.jpg

    DSCN4057 a.jpg

    DSCN4061.jpg

    Il pezzo rimesso in posizione

    DSCN4063.jpg

    A questo punto, prima di rimontare la flangia (pezzo n° 28) ocorre rimettere d'accordo i due dischi regolatori dell'inclinazione (pezzi n°19) destro e sinistro se durante le manovre si sono sfalsati, e i miei lo erano. Per fare questo occorre svitare la brugola sulla barra che tiene solidarizzati i due dischi indicata dalla freccia verde e rimuovere la barra almeno da una parte, si regola quindi il disco in modo che sia in sincrono con l'altro e che la flangia (n° 28) si allinei perfettamente con la sprogenze del disco e il tutto coincida anche col fermo n°24 dove passano le tre brugole che bloccano tutti e 3 i pezzi.....spero di essere stato chiaro.....
    Ora "basta" rimettere anche in maniera posticcia la maniglia e provare.......tutto funziona.....
    Si rimettono al loro posto il risvolto in pelle e il pannello posteriore e anche il sedile è rinato, non resta che risolvere i porblemi estetici.
    Per questi, dopo una ricerca in rete, mi sono affidato ai set di restauro della Colourlock: li ho contattati e gli ho spedito un campione di pelle beige per farmi fare la tinta uguale, e ho acquistato il kit di restauro completo sia per il beige che per il nero. Mi sono trovato molto bene con questi prodotti e i risultati che vedete sotto parlano da soli. Nei kit c'è un detergente, uno sgrassatore, una spugnetta abrasiva, il colore, il fissante e la crema protettiva; ho anche preso lo stucco detto cuoio liquido prt lo strappo di cui ho parlato sopra e anche il grasso Elephant.
    Lo strappo l'ho incollato con colla specifica tipo Bostik e ho stuccato i bordi col cuoi liquido, poi ho carteggiato e dato diverse mani di colore: il risultato è stato eccezionale!
    Ecco le foto del prima e del dopo il trattamento

    DSCN3982.jpg

    DSCN3987.jpg

    DSCN3983.jpg

    DSCN3986.jpg

    DSCN3992.jpg

    DSCN4293.jpg

    ....Continua....

  25. Grazie Diekkuss ringraziato per questo messaggio
    Mi piace giorgio g, sgabrizzo piaciuto questo messaggio
  26. #50
    Senior Member L'avatar di nashira
    Registrato dal
    Aug 2014
    residenza
    Caserta
    Messaggi
    303
    Grazie/Mi piace
    Il mio nome
    Vito
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Posso chiederti quanto è costato il kit per il restauro dei sedili?

  27. #51
    Senior Member L'avatar di F312PB
    Registrato dal
    Feb 2015
    Messaggi
    352
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Nashira, trovi tutte le informazioni qui http://www.colourlock.it/
    Già nella Home page c'è il kit chiamato "kit manutenzione e colorazione per pelle pigmentata" che è quello che ho usato io, che costa 55 Euro.
    Il cuoio liquido è a parte e viene 18,50 Euro, poi navigando il sito trovi tutti i prodotti venduti anche singolarmante.

  28. Mi piace giorgio g, nashira, sgabrizzo piaciuto questo messaggio
  29. #52
    Senior Member L'avatar di F312PB
    Registrato dal
    Feb 2015
    Messaggi
    352
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Altra puntata.....
    La cornice superiore interna del parabrezza presentava un orribile quanto inspiegabile taglio, inizialmente avevo pensato di restaurare il rivestimento coi prodotti Colurlock ma poi, vedendo che il riestimento originale costava pochi Euro, ho deciso di fare una riparazione radicale sostituendo tutto il pannello.
    Ho quindi smontato le alette parasole e i blocchi per il tettuccio, sganciato i rivestimenti dei montanti del parabrezza (due perni ad incastro) e quindi rimosso il pannello che era tenuto ormai solamente dai soliti perni ad incastro.

    DSCN3999.jpg

    DSCN4001.jpg

    DSCN4002.jpg

    Ecco il pannello in alluminio nudo e anche qui in corrispondenza del taglio sulla pelle era presente un ammaccatura sul metallo e ancor di più non riesco a spiegarmi come si sia potuto predurre un tale danno.
    Ad ogni modo con qualche colpo ben assestato ho riappianato il metallo e poi ho incollato sopra la nuova pelle. Nella foto la colla deve ancora tirare del tutto: dopo l'essicazione l'aspetto era di nuovo bello liscio in ogni parte e ho quindi rimontato il rivestimento al suo posto.

    DSCN4016.jpg

    DSCN4017.jpg

    A questo punto ho deciso di fare una piccola modifica sul pannello che copre gli altoparlanti alla base della portiera, spero che questa cosa non faccia gridare allo "scandalo" i puristi, ma sinceramente la moquette sopra un altoparlante non sta nè in cielo nè in terra in nessun impianto audio. Lo so che non si compra la Ferrari per sentire la musica e anch'io la penso così, ma l'assurdo proprio no!
    Tanto più che guardando com'era congegnato il pannello era chiaro che la soluzione era stata adottata per velocizzare la produzione a scapito della logica costruttiva.
    Mi spiego: il pannello che fa da supporto alla moquette aveva 4 fori chiaramente dedicati al fissaggio di una griglia, la quale era presente (e anch'essa aveva i fori per le viti) ma montata alla veloce e con graffe dalla parte opposta del pannello. La cosa è assurda perchè a questo punto la griglia non serve più a niente dato che la moquette copre (e annega) l'altoparlante.
    Ecco quindi cosa ho fatto: ho staccato la griglia, tagliato via la moquette con un bisturi seguendo il contorno del foro, staccato la moquette, messo la griglia fra pannello e moquette fissandola con 4 viti poi tagliate col Dremel a filo del pannello e infine ho reincollato la moquette.
    Ho anche cambiato (ma non buttato) i vecchi diffusori che erano rotti nella sospensione, con nuovi a 3 vie, cambiato (ma non buttato) la vecchia radio a cassette e senza RDS con una nuova Pioneer molto sobria e che si adatta bene all'auto e messo anche gli altoparlanti posteriori (da 13cm montati su piccole casse) senza forare niente ma facendo in modo che siano facilmente rimovibili essendo solamente appoggiati alla moquette della mensolina dietro i sedili e tenuti fermi da due staffe in alluminio autocostruite ciascuno che si inseriscono sotto il pannello in pelle nera.

    DSCN3997.jpg

    Ora siamo arrivati al momento fatidico del rimontaggio di tutte le parti dell'abitacolo che così potrà tornare al suo splendore originale.
    La copertura del piantone prima del montaggio e l'abitacolo rimontato....che bello

    DSCN3775.jpg

    DSCN4003.jpg

    DSCN4004.jpg

    DSCN4005.jpg

    DSCN4006.jpg

    DSCN4011.jpg

    DSCN4012.jpg

    DSCN4013.jpg

    DSCN4014.jpg

    .....continua....

  30. Mi piace Lucio, ghibli, giorgio g, Diekkuss piaciuto questo messaggio
  31. #53
    Amministratore L'avatar di Lucio
    Registrato dal
    Mar 2007
    residenza
    Italia
    Messaggi
    11,215
    Grazie/Mi piace
    Il mio nome
    Lucio
    Potenza rep
    10

    Predefinito

    E' un piacere leggerti

  32. #54
    Gold Member L'avatar di Woody
    Registrato dal
    Sep 2014
    residenza
    Bologna
    Messaggi
    1,871
    Grazie/Mi piace
    Il mio nome
    Alessandro
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Quando uscì di fabbrica era peggio....
    la radio originale però l'avrei tenuta. Va male, ma fa parte del fascino della vecchietta!!
    Vuuuuudodici!!!!

  33. #55
    Gold Member L'avatar di scooby2003
    Registrato dal
    Dec 2008
    Messaggi
    1,217
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    non aveva radio originali la 348.....montavi quello che volevi

    Quote Originariamente inviato da Woody Visualizza il messaggio
    Quando uscì di fabbrica era peggio....
    la radio originale però l'avrei tenuta. Va male, ma fa parte del fascino della vecchietta!!

  34. Grazie Woody ringraziato per questo messaggio
  35. #56
    Senior Member L'avatar di F312PB
    Registrato dal
    Feb 2015
    Messaggi
    352
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da scooby2003 Visualizza il messaggio
    non aveva radio originali la 348.....montavi quello che volevi
    Proprio per questo motivo non ho avuto molte remore nel montare una radio nuova anche se la vecchia era perfettamente funzionante.
    Daltronde senza RDS, con l'affollamento odierno delle stazioni radio, sarebbe un'impresa ascoltare il medesimo canale in qualsiasi viaggio anche se breve, e poi dove le trovi le cassette oggi?
    Questa legge tutto, anche gli MP3, ha il bluetooth che fa da viva voce e che gestisce la rubrica del cellulare, ha un aspetto molto sobrio (le Sony attuali ad es. hanno un design molto più "caciarone" e vistoso e non ci starebbero bene) con una sola manopola e tastini a filo e ben si integra con l'auto e poi volendo uno chiude lo sportellino e non si vede più niente.

  36. Mi piace Woody piaciuto questo messaggio
  37. #57
    Senior Member
    Registrato dal
    Jan 2015
    residenza
    Brescia
    Messaggi
    248
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    non è la prima volta che mi soffermo a rileggere e riguardare tutte le tue foto, i complimenti qui si sprecano e mi domando se avevi già avuto modo di cimentarti in lavari simili su altre auto,il tuo livello di perfezione (grazie anche al tuo lavoro) è impressionante e in più mi domando se sei completamente autodidatta,se hai qualcuno che ti aiuta oppure se segui dei video on line,scusa ma il dubbio mi viene. Auguri

  38. #58
    Senior Member L'avatar di F312PB
    Registrato dal
    Feb 2015
    Messaggi
    352
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Club, non mi funziona il quote, e quindi ti rispondo senza, ringraziandoti innanzitutto per gli apprezzamenti....

    Gli unici lavori che avevo fatto sulle mie auto sono stati il montaggio delle autoradio, amplificatori e diffusori. Poi avevo montato il lettore CD nella 166 che detto così sembra facile, ma siccome il cavo che lo collega all'unità di controllo integrata nel cruscotto, non è di serie (se non c'è il navigatore), occorre tirare via tutta l'unità di controllo (con tutti i pulsanti del clima ecc.) nel cruscotto, collegare il cavo, farlo passare dietro la plancia e poi sotto la moquette, togliere i battitacco davanti e dietro, togliere il sedile posteriore così da raggiungere il bagagliaio dove montare il supporto per il lettore.
    Altra cosa, ho sostituito un nottolino della serratura sempre della 166 che avevano tentato di forzare senza riuscirci ma distruggendolo e per farlo occorre smontare il pannello interno della porta ecc.

    Tutto questo e in particolare il restauro della 348 (vedrai quello che ancora manca) l'ho fatto da solo e da autodidatta col solo ausilio di guide scaricate da internet provenienti da siti come Ferrari Chat o Club Scuderia ecc.
    La professione può aiutare nel senso che la manualità non mi manca, ma forse ancor di più mi ha aiutato l'esperienza modellistica (con ulteriore conseguente manualità) che fa data dal 1979 e probabilmente una certa propensione per la meccanica nonchè, ma non ultima, una grande passione per le auto e per la Ferrari in particolare.

  39. #59
    Gold Member L'avatar di F1970
    Registrato dal
    Jun 2014
    residenza
    Cesena
    Messaggi
    907
    Grazie/Mi piace
    Il mio nome
    Fabio
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Ciao,
    arrivo ultimo .... volevo farti anche io tantissimi complimenti per il bellissimo lavoro di restauro certosino e meticoloso che hai fatto sulla tua rossa

    Bravissimo, a prodigarti in tante direzioni a cercare guide e materiali, per non parlare poi della tua grande manualità con la meccanica

    Fortunata la tua 348 ....

    Fabio

  40. Grazie F312PB ringraziato per questo messaggio
    Mi piace safado piaciuto questo messaggio
  41. #60
    Gold Member L'avatar di Woody
    Registrato dal
    Sep 2014
    residenza
    Bologna
    Messaggi
    1,871
    Grazie/Mi piace
    Il mio nome
    Alessandro
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Detto da lui, è il miglior complimento possibile...
    Vuuuuudodici!!!!

  42. Mi piace safado, F312PB piaciuto questo messaggio
Pagina 2 di 5 primaprima 1234 ... ultimoultimo

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •