Pagina 5 di 5 primaprima ... 345
Visualizzazione dei risultati da 121 a 144 su 144

Discussione: Restauro Ferrari 348 TS "Finalmente Ferrarista"

  1. #121
    Senior Member L'avatar di sgabrizzo
    Registrato dal
    Oct 2017
    residenza
    Borgosesia
    Messaggi
    259
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Per avere una buona copertura, oltre al primer, di mani con la bomboletta ne ho date 4. Comunque il risultato è molto buono. Il "difficile" come diceva Paolo, è svitare e riavvitare(solo alcune in questo caso) i mini bulloncini che fissano le plastiche.

    Sent from my SM-A510F using Tapatalk

  2. #122
    Junior Member
    Registrato dal
    Apr 2018
    residenza
    Bassano del grappa
    Messaggi
    25
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Complimenti anche io mi sono tirato a lustro la mia Ross da solo, ma meno mole di lavoro.

  3. #123
    Junior Member
    Registrato dal
    Apr 2018
    residenza
    Bassano del grappa
    Messaggi
    25
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Complimenti, lavoro impeccabile questa è passione. Per mia sfortuna anche io mi faccio moltissimi lavori, sulle mie auto d'epoca, vi faccio vedere qualcosa anche se non è Ferrari, tanto per condividere la vera passione e amore per le due e quattro ruote. IMG-20160507-WA0002.jpgIMG_20180302_084407.jpgP8IMG-20141219-WA0005.jpg

  4. Mi piace Lucio, milanservice piaciuto questo messaggio
  5. #124
    Gold Member L'avatar di flavioleon
    Registrato dal
    Oct 2015
    Messaggi
    1,420
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Complimenti .... Belle "lamiere"

  6. #125
    Super Moderatore L'avatar di safado
    Registrato dal
    Nov 2013
    Messaggi
    2,792
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Giulietta Spider.......bellissima,complimenti!!!
    Le persone non fanno viaggi,sono i viaggi che fanno le persone.Il viaggio non solo allarga la mente:le dà forma.

  7. #126
    Senior Member L'avatar di F312PB
    Registrato dal
    Feb 2015
    Messaggi
    352
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da Lello208 Visualizza il messaggio
    Complimenti, lavoro impeccabile questa è passione. Per mia sfortuna anche io mi faccio moltissimi lavori, sulle mie auto d'epoca, vi faccio vedere qualcosa anche se non è Ferrari, tanto per condividere la vera passione e amore per le due e quattro ruote.
    Complimenti Lello, io nel mio piccolo non ho nè le attrezzature che vedo nè tantomeno le capacità per fare operazioni e lavori così spinti sulla mia auto, quindi ti ammiro per quello che ci hai mostrato, Giulietta compresa.

    Tornando in argomento, ho scoperto che la portella del ricircolo non funzionava per niente, azionando la funzione si sentiva girare il motorino ma la botola non si muoveva di 1mm.
    Inoltre la portella non era proprio incardinata bene dal lato opposto a quello del motorino come se il cardine stesso fosse stato progettato un po' troppo corto e tendesse ad uscire dal suo alloggiamento, e infatti dopo averlo smontato era così, e cioè molto corto in modo che arrivasse appena a filo del suo foro sul cassone del clima. Secondo me se fosse stato progettato qualche millimetro più lungo avrebbe fatto meglio perno senza rischi di fuoriuscita dal suo alloggiamento.
    L'ho quindi smontato e ho fatto un foro filettato inserendo uno spaziatore e una vite in modo da allungarlo. Lo spaziatore nero è un anello ricavato da una stecca in carbonio per aquiloni acrobatici, ma potete farlo come volete basta che sia di 6mm di diametro. Il metallo da forare è estremamente duro e ho faticato non poco a bucarlo riuscendo a penetrare per circa 5mm mm per cui ho rinforzato la tenuta della vite con la colla epossidica.
    Già che c'ero ho reincollato col bostik la guarnizione dove chiude la protella.
    Ora il cardine sporge bene dal suo foro e mi fa sentire più tranquillo.

    DSCN4524.jpg

    DSCN4526.jpg

    DSCN4528.jpg

    DSCN4529.jpg

    DSCN4533.jpg

    DSCN4534.jpg

    Il ricambio nuovo del motorino sta sui 90euro + spedizione, ma mi sono detto due cose:
    - Sicuramente è un componente di qualche altra auto del gruppo Fiat e costerà meno sia nuovo che usato.
    - Sicuramente il difetto è dovuto a quanche ingranaggio di plastica che si è sgranato e anche il pezzo nuovo prima o poi si romperà di nuovo.
    Allora ho tirato giù il motorino e l'ho aperto scoprendo due danni:
    -Alcuni denti sgranati della ruota dentata collegata alla vite senza fine bianca
    -Un dente rotto dell'ingranaggio nero che vedete in basso a sinistra, il dentino rotto era rimasto incastrato fra gli altri denti e ovviamente bloccava tutto il meccanismo

    DSCN4590.jpg

    Ho quindi deciso di cercarne uno su internet e ne ho trovato uno di una Lancia Dedra in Lituania e l'ho preso pensando di farne uno buono con due e ci sono quasi riuscito perchè l'ingranaggio con la vite senza fine del pezzo comprato era Ok ma l'altro era più rovinato che quello della mia 348, ecco le foto:

    DSCN4578.jpg

    Questo l'ingranaggio della Dedra con molti più dentini rotti

    DSCN4581.jpg

    A questo punto non mi sono arreso e ho pensato di riprodurre l'ingranaggio rotto.Per prima cosa l'ho ben lavato e sgrassato e poi ho reincollato il dentino rotto in modo da avere un master da riprodurre, quindi con gomma siliconica da modellismo (Prochima) ho preso l'impronta dell'ingranaggio. Ho fatto un quadrato (4cm di lato x 2cm di altezza) di lamierino, ho fissato il pezzo alla scrivania col Patafix e ho sigillato il contenitore sempre col Patafix. Ho infilato nel foro una punta da trapano di 2mm dove poi andrà l'asse su cui gira l'ingranaggio. Bisogna colare la gomma molto lentamente e pochissima per volta mandandola in tutti gli interstizi con uno stuzzicadenti per evitare la formazione di bolle d'aria, si ha tutto il tempo che si vuole perchè il tempo di lavorabilità è molto lungo.

    DSCN4563.jpg

    DSCN4566.jpg

    DSCN4568.jpg

    DSCN4571.jpg

    Per ricreare l'ingranggio la Prochima ha un prodotto apposito che si chiama ResinGear Carbon, è una resina epossidica rinforzata al cabonio fatta appositamente per riprodurre ingranaggi rotti di motorini elettrici ecc.
    Si mescola in peso resina e catalizzatore al 60-40% e si cola nello stampo ricordandosi di spennellare della paraffina sulla punta da trapano per poterla poi togliere e anche così non viene via proprio subito, ma viene . Questa è la parte più delicata della procedura perchè anche qui bisogna evitare la formazione di bolle d'aria e per questo (sempre grazie al lungo tempo li lavorabilità) ho proceduto prelevando direttamente la resina con uno stuzzicandenti e mandandola a riempire tutti gli anfratti con estrema attenzione.

    DSCN4572.jpg

    Qui il pezzo originale (riparato e usato come master) a sinistra e quello riprodotta a destra: direi che il risultato è notevole

    DSCN4575.jpg

    La resina l'ho lasciata catalizzare tutta la notte ma quando si estrae il perno occorre fare molta attenzione perchè è comunque facile deformare la ruota dentata perchè la pressione da esercitare è notevole, per cui o lasciate indurire parecchio di più e comunque fate attenzione lo stesso, oppure vi armate di pazienza e riallineate il tutto, cosa che è comunque fattibile senza troppa difficoltà e se non siete contenti mettete il pezzo in acqua calda per ammorbidirlo e ripetete la procedura.
    La base va poi carteggiata per pareggiarla bene.
    A questo punto basta ingrassare con grasso la litio tutti i meccanismi e rimontare, mettendo anche un po' di silicone all'uscita dei cavi in sostituzione di quello che c'era.

    DSCN4582.jpg

    I pezzi in plastica del guscio e quello interno che copre gli ingranaggi sono "naturalmente" uniti da perni ribattuti a caldo e non da viti per cui per aprire il tutto occorre trapanare come se fossero dei rivetti, prima foro da 0,8mm e poi da 2mm (per il guscio esterno) e 1,2mm (per il pezzo interno) fino a provocare il distacco che va comunque forzato con un cacciavite piccolo.
    Si pone quindi il problema di come rimettere insieme queste parti: per il pezzo interno nonostante la trapanata si mantiene un certo incastro fra i diversi perni per cui già tiene per conto suo, ma un po' di Attak per capillarità male non fa . Poi i perni che vedete sporgere verso l'alto vanno di preciso a battere contro il guscio esterno quando lo chiudete per cui tutto starà in posizione.
    Per tenere uniti i due gusci ho incollato con l'Attak 4 tondini di Plasticard da 2mm dentro i fori fatti per aprirlo (sono in pratica ai 4 angoli) e fatto 4 fori da 1,2mm e ho messo 4 viti da 1,5mm con 4 rondelle.
    E' meglio alesare ulteriormente il foro da 1,2mm per evitare il rischio di rompere una vite perchè l'impanatura risulta bella tosta, forse ci sarebbe voluta una punta da 1,3mm ma non avendola, ho usato ancora quella da 1,2mm spingendola ai lati dei fori.

    DSCN4585.jpg

    DSCN4587.jpg

    Ho rimontato il pezzo ed ora il ricircolo c'è

    Paolo

  8. Grazie McQueen ringraziato per questo messaggio
    Mi piace Woody, Lucio, flavioleon, safado, milanservice piaciuto questo messaggio
  9. #127
    Amministratore L'avatar di Lucio
    Registrato dal
    Mar 2007
    residenza
    Italia
    Messaggi
    11,215
    Grazie/Mi piace
    Il mio nome
    Lucio
    Potenza rep
    10

    Predefinito

    Spettacolo

  10. #128
    Junior Member L'avatar di Nico
    Registrato dal
    Feb 2015
    residenza
    Avellino
    Messaggi
    22
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Bravissimo, un genio

  11. #129
    Member
    Registrato dal
    Sep 2008
    residenza
    Bergamo
    Messaggi
    88
    Grazie/Mi piace
    Il mio nome
    Rob
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Bravissimo

  12. #130
    Gold Member L'avatar di flavioleon
    Registrato dal
    Oct 2015
    Messaggi
    1,420
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Gran bel lavoro Paolo..... Come al solito.

  13. #131
    Gold Member
    Registrato dal
    May 2014
    Messaggi
    1,289
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Complimenti!
    Ma ogni volta che ti leggo mi demoralizzo!!!
    Sei troppo bravo!!

  14. Mi piace safado piaciuto questo messaggio
  15. #132
    Super Moderatore L'avatar di flyingboa
    Registrato dal
    Jun 2007
    residenza
    Provincia di Varese - Mosca, Russia
    Messaggi
    1,056
    Grazie/Mi piace
    Il mio nome
    Eugenio
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Paolo,

    Lavoro fantastico. Nel caso il tuo settore dovesse palesare sintomi di crisi, credo che potresti metterli in affari come fornitore di parti altrimenti introvabili (unobtanium) .
    Ogni volta che posti queste operazioni mi fai diventare verde dall'invidia!
    Grazie per il tempo speso a tenerci informati.

    Eugenio
    Ferrari 328 GTS - Ferrari 348 Spider: Arte in movimento

  16. #133
    Super Moderatore L'avatar di tyziocayo
    Registrato dal
    Jun 2011
    residenza
    Roma/Ferrara
    Messaggi
    2,896
    Grazie/Mi piace
    Il mio nome
    Silvio
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Complimenti. Gran lavoro, ne faccio tesoro.

  17. #134
    Junior Member
    Registrato dal
    Apr 2018
    residenza
    Bassano del grappa
    Messaggi
    25
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Ancora complimenti, metodico scrupoloso. Di mio posso affermare che mai più Montero il parabrezza del Giulia spider... Tre giorni non stop, almeno chi ha visto il lavoro finito mi ha fatto I complimenti come il rivestimento cruscotto sagomato incollato e tirato senza bolle ne rughe. Che soddisfazione.

  18. #135
    Member
    Registrato dal
    Jan 2018
    residenza
    Catania
    Messaggi
    39
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Spettacolo !!!!
    Capacità e passione ......a livelli esagerati.
    Ancora complimenti

  19. #136
    Senior Member L'avatar di F312PB
    Registrato dal
    Feb 2015
    Messaggi
    352
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Grazie a tutti per le belle parole

    Un piccolo ulteriore contributo: come sapete per misurare il livello del refrigerante il manuale dice che questo deve stare a 6cm dal piano della vaschetta, ma la nostra vaschetta è di metallo e non di plastica per cui misurare questi 6cm risulta abbastanza laborioso. C'è chi dice di inserire il dito indice e quando si bagna siamo a livello, ma mi sembra alquanto empirico. E poi mi chiedo perchè mai la vaschetta non sia della classica plastica opaca come in tutte le altre auto, mah, misteri dei progettisti Ferrari, ma forse mi sono dato una risposta: siccome chi compra una Ferrari è una persona dotata di superpoteri tipo Superman, allora è chiaro che con la vista a raggi X non c'è problema a misurare il livello attraverso una lamiera
    Ad ogni modo per tornare seri, ho misurato l'altezza del collo del serbatoio, ovvero 25mm, ho aggiunto i 60mm e ho fatto un'astina usando una striscia di alluminio da 10mm, piegandola per fare un appoggio sul bordo del collo del serbatoio e con una seconda piegatura a far da manico, e così si riesce a prendere una misura seria: quando l'estremità dell'astina si bagna, siamo a livello
    Non so se qualcuno ci aveva già pensato, ma questa è la mia soluzione

    Paolo

    DSCN4593.JPG

  20. Mi piace safado piaciuto questo messaggio
  21. #137
    Gold Member L'avatar di flavioleon
    Registrato dal
    Oct 2015
    Messaggi
    1,420
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Io sul 308 Feci più o meno la stessa cosa ma con un'asta in legno graduata ......simile a quella che si usa per il controllo visivo del carburante nei serbatoi alari degli aerei.

  22. #138
    Senior Member L'avatar di F312PB
    Registrato dal
    Feb 2015
    Messaggi
    352
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Nelle scorse settimane ho dovuto combattere anche con un ricorrente errore E5 del climatizzatore, come dice il manuale d'officina, E5 fa riferimento alla valvola che regola il passaggio dell'acqua del riscaldatore. il pezzo, formato da un motorino elettrico, un carterino nero con all'interno alcuni ingranaggi, dalla staffa di sostegno e dalla valvola è questo che vedete al centro nella foto, col connettore già staccato

    DSCN4505.jpg

    Molto spesso è proprio la valvola che va in avaria, ma "ovviamente" non viene venduta separatamente ma si dovrebbe comprare tutto il blocco con una spesa come al solito immotivatamente elevata (oltre 460 Sterline da Eurospares e 605 Euro da un noto ricambista Ferrari in Italia). Ora, se pensate che il motorino (montato anche sul altre auto tipo alcuni modelli SAAB) costa al massimo 150euro, e forse preso direttamente dalla Bosch, pure meno, e la valvola (pezzo messo su volkswagen) sta sui 10 euro, capite bene che, o la staffa e il piccolo parallelepipedo che è il braccetto che gira insieme col motorino sono in oro, oppure "qualcuno" ci marcia come al solito un po' troppo pesantemente e sinceramente in modo abbastanza antipatico. Ora queste comportamenti andavano bene prima dell'avvento di Internet e dei vari forum quando era molto più difficile sapere come stavano realmente le cose ma ora sinceramente sono molto opinabili e censurabili, voi che ne pensate?
    Capisco che parti specifiche Ferrari, ad esempio se mi serve una testata o un asse a camme ecc, possano costare parecchio, ma non queste parti accessorie fornite da ditte terze.
    Il motorino attualmente è un po' difficile da trovare (quindi è meglio che non si rompa) ma la valvola si trova con estrema facilità e così ne ho presa una tanto per mettermi nel nuovo ed essere certo che funzioni e tenga bene.

    Così come arriva non è utilizzabile ma deve essere modificata come la modificava la stessa Ferrari tagliando via una parte del sostegno in plastica, facendo due fori per le viti che lo collegheranno alla staffa e modificando il cardine di rotazione......ahhhh ecco perchè costa così cara!!!

    A questo punto si allentano le due fascette e le due viti che bloccano la staffa e si può togliere il pezzo. Occorre bloccare l'inevitabile fuoriuscita del liquido refrigerante, io l'ho fatto con due guanti in lattice e due elastici, ma un bel bicchiere di liquido vedrete che lo perderete (ricordarsi di rifare il livello in vaschetta di espansione ) e per questo è bene mettere sotto il pezzo dei teli o magliette per assorbirlo, è meglio togliere anche il fondo di moquette del bagagliaio per evitare di bagnarlo e poter asciugare meglio il telaio.

    DSCN4506.jpg

    DSCN4510.jpg

    Questo il motorino

    DSCN4512.jpg

    e queste le due valvole

    DSCN4518.jpg

    Si prendono due misure, si taglia la plastica della valvola nuova, si fanno i due fori per le viti che terranno il pezzo attaccato alla staffa e al motorino e si sostituisce il cardine della valvola nuova con quello della vecchia

    DSCN4520.jpg

    DSCN4521.jpg

    A questo punto si rimette tutto insieme e se il problema era la valvola si è risolto, quindi basta rimontare il pezzo sull'auto.

    A volte però c'è un altra causa dell'errore E5 e cioè la sregolazione del resistore che è dentro il carter nero sotto il motorino: questo resistore è quello che, fatto ruotare dal motorino, dice la posizione di apertura e chiusura (anche parziali) della valvola alla centralina del clima in abitacolo. Quando la valvola è chiusa la sua impedenza è 0 e aumenta quando la valvola si apre, il campo d'azione è limitato da due fermi cilindrici sulla staffa dove si appoggia a fine corsa un parallelepipedo collegato al motorino e naturalmente alla valvola e che potete vedere nelle foto sopra.
    Al motorino arrivano 5 cavi i due alle estremità (frecce arancione e rosa) hanno colore giallo/nero e rosso/bianco e sono rispettivamente il - e il + del motorino. Il cavo giallo (freccia verde) è l'ingresso corrente al resistore, il cavo blu (freccia celeste) va al variatore dell'impedenza che ruota dentro il resistore mosso dal motorino e fa quindi variare l'impedenza, il cavo nero (freccia bianca) e la massa del resistore e va al telaio dell'auto.
    Qui la foto del pezzo tutto smontato e dello schema elettrico del clima: n°63 - centralina abitacolo, n°52 motorino e valvola riscaldatore, da notare che il cavo giallo, in entrata al resistore passa anche dal motorino di regolazione della distribuzione dell'aria n°19

    DSCN4514.jpg

    Ferrari 348 - Schema Elettrico.gif

    Ho scoperto solo dopo aver smontato tutto il il motorino che questi valori si possono misurare con un semplice tester collegato ai due connettori indicati dalle frecce verde e celeste mettendo la valvola prima chiusa e poi aperta, ma io ormai avevo smontato tutto con l'idea di reingrassare gli ingranaggi e ora si poneva il problema di rimettere tutto in fase.
    Ho contrassegnato il regolatore del resistore (quel rettangolino rosa con una fessura dove appunto mettere un cacciavite per girarlo e quindi regolarlo) con un pennarello e segnato sulla basetta gli estremi della sua escursione tanto per avere dei riferimenti.
    La fessura del cacciavite mi si è un po' sporcata, non tenetene conto

    DSCN4536.jpg

    Dopo aver ingrassato col solito grasso al litio i vari ingranaggi si deve passare alla regolazione e qui è necessaria una premessa: primo, tutte le regolazioni vanno fatte senza il motorino montato altrimenti tutti gli ingranaggi saranno bloccati, secondo, l'ingranaggio più al centro della foto (quello col perno) ha dalla parte opposta a quella che si vede una scanalatura analoga a quella in vista tranne che ad un certo punto è interrotta da un tramezzo e il suo alloggiamento nel carter nero (quello con sopra la basetta, il resistore ed i contatti) ha una protuberanza che si infila precisa nella scanalatura dell'ingranaggio. Cosa vuol dire questo? che quell'ingranaggio non può ruotare liberamente ma ha un fine corsa sia in un senso di rotazione che nell'altro.
    Voi direte, beh il suo fine corsa corrisponderà a quello dato dai due cilindri sotto la staffa di cui ho parlato prima.....e invece no: la corsa dell'ingranaggio è più lunga di quella data dalla distanza fra i due stop cilindrici.
    Questo significa che quando reinserite tutti gli ingranaggi, rimontare la staffa e collegate il parallelepipedo all'asse che esce dal carter (e collegato dagli ingranaggi al motorino) questo ruota leggermente e con esso ruota il resistore che quindi non segnerà più 0. Per rimetterlo a 0 occorre rimontare il motorino (così da bloccare gli ingranaggi) rimuovere la staffa (e se lo avete messo, anche il pezzo di chiusura inferiore segnato dalla freccia blu) senza che l'ingraggio col perno che fuoriesce si svincoli dalla sua posizione (altrimenti risalta tutto), solo dopo lo si alza leggermente dalla sua posizione svincolandolo dall'ingranaggio del resistore ma non dall'altro su cui appoggia (quello con due corone dentate) e con un caccivite attraverso il cilindro segnato dall freccia rossa, ruotate il resistore che è proprio al suo fondo di quanto basta (due o tre denti) in modo che la misura ai connettori seganti in verde e celeste sia di nuovo 0. Ora rimandate giù l'ingranaggio col perno che avevate sollevato e il gioco è fatto.
    Non resta che finire di riassemblare il pezzo e rimontarlo in macchina.
    Spero di essere riuscito a spiegare decentemente la procedura, sono quelle cose che è difficile mettere per iscritto ma sarebbe meglio vedere in pratica.

    Per finire un'ultima considerazione, l'errore E5 talvolta è dato anche da prolemi di contatto fra la centralina e il suo spinotto giallo, per cui a volte basta ravvivare questi contatti naturalmente smontando la plastiche del tunnel centrale per accedere al connettore. I contatti del connettore sulla centralina quando li guardate sono numerati così

    Connettore Centralina - Schema Contatti.jpg

    I cavi che arrivano al connettore femmina giallo relativi alla nostra valvola corrispondono al n°7 (cavo blu) e n°12 (cavo giallo) e questi sono del resistore, e n°16 (cavo rosso/bianco) e n°17 (cavo giallo/nero) e questi sono il + e il - del motorino.

    Per non lasciare niente di intentato ho ravvivato con lo spray pulisci contatti e riattivato con un piccolo cacciavite da modellismo anche questi contatti.

    Oggi ho fatto un giro e l'errore E5 è sparito

    Paolo






  23. Grazie flyingboa, tyziocayo ringraziato per questo messaggio
    Mi piace flavioleon, Woody piaciuto questo messaggio
  24. #139
    Gold Member L'avatar di flavioleon
    Registrato dal
    Oct 2015
    Messaggi
    1,420
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Paolo la tua esistenza mi rende più lieve..... quando avrò bisogno di aggiustare o rifare parti introvabili della rossa saprò da chi andare a rompere le scatole.

  25. Grazie F312PB ringraziato per questo messaggio
  26. #140
    Super Moderatore L'avatar di flyingboa
    Registrato dal
    Jun 2007
    residenza
    Provincia di Varese - Mosca, Russia
    Messaggi
    1,056
    Grazie/Mi piace
    Il mio nome
    Eugenio
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Occhio Paolo. Se continui così prima o poi ti vengo a trovare con una serie di proposte simpatiche...
    Un saluto e grazie della graditissima lezione
    Eugenio
    Ferrari 328 GTS - Ferrari 348 Spider: Arte in movimento

  27. Mi piace F312PB piaciuto questo messaggio
  28. #141
    Senior Member L'avatar di Marco 348 TB
    Registrato dal
    Jun 2011
    Messaggi
    483
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Ciao Paolo, come sempre sei eccellente.
    Questi tuoi capo-lavori sono ORO per tutti coloro che potrebbero avere gli stessi problemi.
    Grazie al forum ilferrarista.it saranno custoditi e disponibili.
    Sono certo che le tue spiegazioni-consigli sono di un'importanza notevole, favoriscono ed evitano errori o passaggi dannosi o inutili.

    Grazie



    Marco 348 TB

  29. Grazie F312PB ringraziato per questo messaggio
  30. #142
    Junior Member
    Registrato dal
    Apr 2018
    residenza
    Bassano del grappa
    Messaggi
    25
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    COMPLIMENTI, sei un mito Oggi anche io ho risolto sul mio 208 turbo, alla faccia di chi schifa le rosse...

  31. Grazie F312PB ringraziato per questo messaggio
  32. #143
    Senior Member L'avatar di robeseltz
    Registrato dal
    May 2018
    Messaggi
    120
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    COMPLIMENTONI per il restauro , pure io ho avuto un 348 TS, e complimenti pure al proprietario della Giuglietta , in famiglia siamo stati alfisti e porschisti prima di passare alle rosse.
    Tanto di cappello ancora.
    "Se gommo tiene,io vince gara!Se gommo non tiene,io come bomba dentro montagna..."
    (my friend Markku Alen)

  33. #144
    Junior Member L'avatar di Nico
    Registrato dal
    Feb 2015
    residenza
    Avellino
    Messaggi
    22
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    grandissimo, un mago

Pagina 5 di 5 primaprima ... 345

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •