Visualizzazione dei risultati da 1 a 3 su 3

Discussione: Il primo cambio semiautomatico in F1

  1. #1
    Gold Member L'avatar di flavioleon
    Registrato dal
    Oct 2015
    Messaggi
    1,440
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito Il primo cambio semiautomatico in F1

    " ....Il sistema pensato dal solito ed inossidabile Forghieri, venne realizzato in collaborazione con la
    Bendix e montato su una vecchia 312 T3 del 78 denominata “Evo”, in attesa di poterlo trasferire sulla
    T4 che avrebbe corso nella stagione successiva. Nel mese di Gennaio del 1979 il nuovo dispositivo
    che pesava solo 2 chili in più di un normale cambio manuale, debuttò con il collaudatore Giorgio Enrico al volante,
    il quale lo provò sul tracciato privato del Cavallino in una Fiorano coperta dalla
    neve. Enzo Ferrari, a quel tempo raccontò che l’idea di una trasmissione semi automatica gli venne
    addirittura durante la guerra, quando si occupava della costruzione di macchine utensili.
    In seguito il compito di svezzare l’inedita soluzione venne affidato a Jody Scheckter che se ne occupò, prima di passare il testimone a Gilles Villenuve.
    Alcuni dei giornalisti presenti a bordo pista in quei giorni, ricordano come la rapidità nei passaggi di marcia del nuovo cambio Ferrari, fosse
    nettamente migliore rispetto a quanto ci fosse in circolazione all’epoca.
    In definitiva i benefici di quella scelta erano molteplici e consentivano di risparmiare parecchio in termini di tempi morti, in quanto per richiamare i rapporti sia in salita che in scalata, si utilizzavano solo i due pulsanti presenti sul volante. Paradossalmente se la soluzione non fu impiegata in gara dalla Ferrari e accantonata per un decennio nell'armadio delle invenzioni incompiute, in parte lo si deve a Gilles Villenuve che lo testò per ultimo dando parere negativo a Ferrari circa la prosecuzione dello sviluppo.
    Il canadese comunicò con franchezza la sua opinione a Forghieri e, il progetto venne messo in stand by.
    Un anno dopo nel 1980, l’ufficio tecnico del Cavallino, ripropose la trasmissione semi automatica, la quale sarebbe stata addirittura dotata di sei rapporti in luogo dei consueti cinque. Alla fine poi non se ne fece nulla e tutto venne rimandato a data da destinarsi......." ( tratto da Formula passion.it mentre la foto l'ho trovata su un vecchio Autosprint dal quale formula passion ha ripreso quasi interamente lo scritto )
    Immagini allegate Immagini allegate

  2. Mi piace Robby GT, F1970, safado, tyziocayo piaciuto questo messaggio
  3. #2
    Gold Member L'avatar di Robby GT
    Registrato dal
    Jul 2014
    residenza
    Modena
    Messaggi
    3,047
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    ci fu anche una causa , forse con Audi , in passato ? mi sembra di ricordare alcune discussioni "da bar" in merito alla paternità del cambio al volante

  4. #3
    Gold Member L'avatar di flavioleon
    Registrato dal
    Oct 2015
    Messaggi
    1,440
    Grazie/Mi piace
    Potenza rep
    0

    Predefinito

    Non ricordo Roberto.......invece posso dire che la prima idea ( con risultati pratici ) di minimizzare i tempi di cambiata in F1 non fu di Ferrari ma di Colin Chapman nel '74 con la Lotus 76. S'inventò lo stacco automatico della frizione comandato da un pulsante sulla leva del cambio eliminando quindi i tempi morti del movimento a pedale. Nella foto si vedono i 4 pedali : la frizione serve solo per le partenze e i pedali freno sono doppi a dx e a sx della colonna di sterzo per facilitare la frenata anche con il piede sinistro.

    03-Lotus-76_1156sc.jpgLotus-76-Cosworth-10553.jpgLotus-76-Cosworth-10554.jpg

  5. Grazie Woody ringraziato per questo messaggio
    Mi piace F1970, Robby GT, safado piaciuto questo messaggio

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •